DA DOVE VENGO IO - CENT'ANNI vol.1

martedì 10 luglio 2007

Abbi Fede (a Capri...)


Sabato 14 luglio, nella splendida cornice del Chiostro di San Michele ad Anacapri, presenterò CONFINE DI STATO. Fin qui tutto bene.
Non è che ci fosse la necessità di un post, visto che sta scritto a chiare lettere nella Bacheca di Marsilio.
Ma quel sabato non sarò solo (e qui viene il gustoso...)
Indovinate un po' chi mi introdurrà...
Esatto. Il signore della foto.
La domanda è: "Perchè?"
Sinceramente lo ingnoro...
Ma c'è da scommetterci che sarà uno spasso...

10 commenti:

baba ha detto...

ehi, ci sono stata in quella chiesa! vedrai che pavimento splendido! per fortuna le scuole sono chiuse, perché solitamente la piazzetta è invasa da pericolosissimi bambini delle elementari muniti di pallone. cmq se riuscite fate un salto in seggiovia, è un'esperienza unica!

(peccato che ci sia fede a rovinare l'isola)

Boda ha detto...

Il buon Emilio?? Incredibile, stamattina me lo stava dicendo Dario ma non volevo crederci..
Vedi che alla fine avevo ragione io...
Sei sempre stato talmente a sinistra da sfociare nell'estrema destra..
Peggio di Pino Rauti!!
Va là che alla fine nelle interviste hai detto tutte cagate: in realtà tu vai pazzo per il tuo caro Andrea.. e vorresti essere lui.. ammettilo..:-))

Per quanto riguarda Ruby Soho concordo su tutto!

Simone Sarasso ha detto...

Per Boda: Come ho già detto stamattina ad un amico: don't worry for Emilio. In quei giorni sull'isola ci dovrebbe essere anche Bruce Willis (Perchè? Non ne ho la minima idea. Non ho finito di leggere l'aricolo di Repubblica. Un cosa che c'entra con Chuck Palahniuk, comunque...). Se il sciur Fede esagera, arpiono il vecchio Butch e glielo addito come nemico della democrazia. E gli farà assaggiare la sua katana...

Per Baba: prometto che abuseremo della seggiovia. (non di Emilio...)

googoogoojoob ha detto...

Fai appostare Sterling dietro a una colonna e facciamola finita. Per convincerlo, digli che Fede era un socialista. Tanto, ai suoi tempi, nel simbolo avevano la falce e il martello pure loro.

Massimiliano Di Giorgio ha detto...

Se scrivi un'altra volta "nella splendida cornice" cambio idea sui tuoi libri.
Fede sarà di sicuro divertente. Per fortuna non sarà che stai già prendendo le distanze da lui, che invece si prepara a dedicarti almeno un paio d'ore prima di andare in bisca. Ma si sa che i giovani, specie se scrittori, sono irriconoscenti.

www.popblog.it

Simone Sarasso ha detto...

Per GooGoo (e un po' per tutti):
povero Emilio...
Di palo in frasca, se andate sul suo blog (please, click on his name), troverete che GooGoo azzarda delle lusinghiere somiglianze tra me e Muccino. Glielo dite voi che sono giusto giusto un filo più in carne del giovane Silvio?

Per Massimiliano:
Hai ragione, caro. Uno tenta di invitare il fior fiore della stampa italiana e tutti giù a dare addosso.
I soliti comunisti...:-)

googoogoojoob ha detto...

Scommetto però che non hai la stessa fastidiosissima "zeppola"! Vuoi mettere?

Boda ha detto...

D'altronde Sarasso è cresciuto nella splendida cornice di Vercelli...

Cmq io mi voglio togliere dal coro e difendere per una volta il vecchio Emilio, primo perchè in una vita precedente è stato davvero un giornalista (da non credersi, vero?), secondo perchè attualmente il suo "telegiornale" è il programma di intrattenimento più divertente dei vari palinsesti televisivi..
Cazzarola, improvvisa molto meglio di Ale e Franz in "Buona la prima"...
E poi ragazzi, a pensarci bene, almeno è l'unico che non maschera la propaganda tra le righe: la fa onesta e limpida così anche i cerebrolesi la possono capire..:-)))

Anonimo ha detto...

Stia pur tranquillo, Simone.
Il suo libro non parla del signore e padrone del Fido Fede, per cui presentarlo per il buon Emilio sarà una passeggiata di salute.
Tutt'altra cosa sarebbe stata per lui presentare l'ultimo libro di Giancarlo De Cataldo, "Nelle mani giuste", dedicato all'Italia del pre e post Tangentopoli, per quello che viene sottinteso (ma mica poi tanto) tra le righe.
Ma tant'è...

piesse: il Fido Fede ha fatto bloccare dalla GDF il sito di Pietro Ricca, un signore che esprimeva serenamente in rete il suo dissenso contro il cosidetto giornalista e conduttore dello programma d'avanspettacolo che è conosciuto come TG4. E Fede lo ha querelato, perché il dissenso per certe persone equivale ad un atto di lesa maestà.
Magari una parolina in merito al buon Emilio la si potrebbe anche far dire.

Mario Uccella

Simone Sarasso ha detto...

Per Mario:
vedremo come andrà la presentazione. Sarà interessante scoprire cosa abbiamo da dirci con l'ottimo Emilio.
Più mi strizzo il cervello a pensare cosa c'entri con Confine, meno ci cavo.
L'unica cosa che mi salta in mente è che fu lui, quella sera del '62 a dare la notizia della morte di Mattei.
Di più, davvero, non saprei...